The news is by your side.

PLAY-OUT 1° Categoria domenica l’andata in casa per la Viestese

18

La permanenza nel campionato di prima categoria della Viestese è legata al doppio confronto con il Mattinata, un play-out che durerà 180′ e dove entrambe le squadre vorranno cancellare errori e sfortune che l’hanno accompagnate nelle 30 partite del campionato.

La Viestese giocherà la prima partita in casa domenica 22 aprile mentre il ritorno è previsto la domenica successiva a Mattinata, il tecnico Massimo Olivieri ha avuto più tempo per preparare la squadra e quindi ha lavorato molto negli allenamenti infrasettimanali. Le vicende societarie sono state dimenticate in fretta, l’ambiente si è ricombattato e questo ha motivato ancor più la sua squadra che ora ha riacquistato fiducia per questa partita che vale l’intero campionato. L’allenatore Massimo Olivieri è certo di riuscire a portare in salvo la sua squadra: “non falliremo questa occasione..commenta Massimo Olivieri..ho visto molta responsabilità nei miei ragazzi, restare in prima categoria significherà restituire soprattutto allo sponsor D’Aprile la voglia di stare ancora al nostro fianco..come significa dare il giusto valore a tutta la squadra”…”abbiamo commesso molti errori ma la voglia di farci perdonare è così tanta che riusciremo a salvarci..poi tocca pure a noi essere un po’ fortunati in questa stagione tanto sventurata”.La Viestese è più motivata del Mattinata, la classifica non rende onore alle indubbie qualità individuali della squadra, per l’occasione ci saranno tutti, addirittura anche Massimo Chiumento si è fatto sentire, vorrà stare vicino alla squadra forse scendendo in campo!

Ventrella, Rocco e Michele Vecera e Valentino Iacovone stanno ritrovando la forma dei tempi migliori ma il ritorno più gradito sarà quello di Teodoro Vlassis che sembra aver smaltito i postumi del brutto infortunio, sarà lui il leader indiscusso di questa Viestese. Ci voleva un evento simile per chiamare tutti a raccolta, dal presidente Michele Mattera, al vice Michele D’Aprile, tutti hanno capito l’importanza di questa salvezza legata a 180′ di gioco, e tra i giocatori anche Sasà De Pascalis ha garantito la sua presenza. Il “Riccardo Spina” si appresta ad accogliere l’ultimo evento sportivo, poi si chiuderanno le porte ed inizieranno i lavori di rifacimento del terreno di gioco che sarà dotato di erba artificiale, non più il bianco-polvere di oggi ma il verde smagliante della prossima stagione…anche per questo la Viestese non dovrà sbagliare!

                                              Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright