The news is by your side.

Omnisport, definiti i contenziosi ora si dovra’ pensare alla gestione

21

Incontro a Vieste con l’as­sessore provinciale ai Lavori Pubblici Antonello Summa
Affidato l'in­carico alla struttura tecnica provinciale per una ricognizione delle opere da completare

Le speranze erano diventate ormai davvero flebili, ci si era quasi rassegnati a veder andare in decadenza l'Omnisport, la mega strut­tura i cui lavori sono cominciati oltre venti anni fa e non sono ancora conclusi, araba fenice della pratica  sportiva per più generazioni di viestani. Ma ogni tanto, ineluttabilmente, le speranze possono precludere alla realtà.

Interessanti novità sono scaturite da un incontro tenutosi a Vieste, venerdì scorso 18 maggio, con Antonello Summa, as­sessore provinciale ai lavori pubblici alla presenza di vari amministratori comunali, tra cui l'assessore comunale all'Urbanistica Angelo Devita, che è anche consigliere provin­ciale, e la delegata comunale allo Sport, Giuseppina Falcone.

Summa ha annunciato che sono stati finalmente chiusi i contenziosi con l'impresa che ha realizzato il palazzetto dello sport, ostacolo che impediva la prosecuzione dei lavori. Così è stato possibile conferire l'in­carico alla struttura tecnica provinciale per predisporre una ricognizione delle opere da completare nell'ambito della struttura in maniera da potere dar corso, in breve tempo, al collaudo (finora mancante) delle struttu­re in maniera da poterle rendere fruibili.

In prospettiva l'assessore provinciale ai la­vori pubblici ha chiarito che, una volta definiti i collaudi, si dovrà pensare al modello di gestione per l'impianto per consentirne un adeguato utilizzo.

All'incontro era presente anche il presidente dell'Atletico Vieste Lorenzo Spina Diana che ha sottoposto all'assessore la possibilità di usare il campo di calcio dell'Omnisport per gli allenamenti della squadra che militerà in Promozione nel prossima stagione calcistica, un esigenza urgente dettata dai ritardi nell'inizio lavori di rifacimento al "Riccardo Spina" del terreno di gio­co in erba sintetica. Summa ha dato ampia disponibilità a valutare la richiesta della società calcistica. Così nei giorni seguenti il presidente dell'Atletico Vieste ha prontamente predisposto la richiesta ufficiale alla Provincia, presentata a Foggia tramite i buoni uffici del consigliere provinciale Devita, per l'uso di quel campo di gioco per gli allenamenti. 

Dall'esito dell'incontro sull'Omnisport appare così scongiurato lo "sciopero bianco" che intendeva attuare la società dell’Atletico Vieste per la lentezza dell'avvio dei lavori di ristrutturazione del "Riccardo Spina" che prevedono oltre al manto in erba artificiale, dei nuovi spogliatoi ed il completamento della tribuna.

Pur con la speranza che si dia un’accelerata ai lavori di sistemazione del campo sportivo, quasi certamente la fase iniziale del campionato l'Atletico dovrà disputarlo sul neutro di San Giovanni Rotondo.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright