The news is by your side.

Grande successo per “Giugno in concerto”

24
La nona rassegna concertistica si è conclusa ieri sera tra applausi scroscianti che hanno salutato il gemellaggio tra il coro dell'associazione Diapason di Vieste e quello delle voci bianche di Brno.

"Dal sacro alla canzone napoletana" è stato il tema della serata che ha chiuso il tabellone della edizione 2007 di "Giugno in Concerto", organizzato dall'associazione musicale "Diapason" di Vieste. Nella sala San Giovanni gremita fino all'inverosimile (insufficiente per ospitare eventi di questa portata) il coro polifonico diretto dal maestro Pietro Loconte ha reso omaggio ai grandi classici della musica partenopea: "Te voglio bene assai", "O sarracino", "O sole mio", "Io te vurria vasà", "Torna a Surriento" sono solo alcuni titoli dei brani, realizzati con l'accompagnamento musicale di Andrea Gammino al violino, Giuseppe Diploma al mandolino, Michela Celozzi al violoncello e Maria Candelma al pianoforte.

A impreziosire la serata, c'è stata la partecipazione del coro di voci bianche Motylek di Brno (Repubblica Ceka) formato da una quarantina tra ragazzi e ragazze di età compresa tra 8 e 13 anni, che ha inizialmente cantato alcuni brani insieme al coro locale e in chiusura di serata ha salutato Vieste esibendosi in "Bohemian Rapsody" dei Queen. Ma il momento più suggestivo lo hanno regalato quando i ragazzi si sono messi in cerchio lungo le pareti della sala san Giovanni e, nel buio più assoluto, hanno cantato una "Ave Maria" realizzando un effetto sonoro che nemmeno il miglior impianto di "Home Theatre" può garantire.

Entusiasta il commento di Maria Candelma, direttore artistico dell'evento: "Alla bellezza delle serate si affianca la soddisfazione che in questi nove anni siamo diventati il punto di riferimento degli eventi del mese di giugno sia per i cittadini viestani che per i turisti fedeli in questo periodo. Per il prossimo anno, quello del decennale, la speranza è che si riduca ancor più la sordità che circonda eventi come questo".

Ad assistere all'ultima serata, era presente in sala il Sindaco di Vieste, la dottoressa Ersilia Nobile e il Nunzio Apostolico Mons. Francesco De Nittis


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright