The news is by your side.

Turismo “d’autore” in Puglia

10

L’assessore al Turismo, Ostillio “una nuova guida per puntare sulla destagionalizzazione”

Arte, enogastronomia, artigianato e l’unicità paesaggistica della Puglia uniti in otto percorsi, della durata di tre giorni, promossi da testimonial artistici pu­gliesi. È l'edizione 2007 di «Itinerari d'autore in Puglia», la manifestazione turisti­co-culturale presentata ieri dall'assessore regionale al Turismo, Massimo Ostillio, e dalla curatrice del progetto, Doriana Cisonno.

«Il progetto ha l'obiettivo di destagionalizzare l'offerta tu­ristica in Puglia e sviluppare il movimento turistico regio­nale grazie alla promozione di nuovi itinerari che – dice Ostillio – non siano esclusi­vamente legati al mare. L'of­ferta balneare, per quanto di grandissima importanza, non basta. Per questo incoraggia­mo i progetti speciali e a carattere interregionale che ci consentono di qualificare al meglio la nostra offerta».

Per Ostillio, «si tratta di confermare politiche che hanno reso la Puglia alla mo­da, con un +6% di turisti stranieri nel 2007». La guida, che illustra î per­corsi gastronomici e culturali della Puglia con testimonial d'eccezione, servirà a confer­mare sia i dati dei ponti di primavera («gli alberghi era­no pieni») sia le previsioni «ottimistiche» per i fine set­timana del periodo autunna­le. Ostillio, insieme all'asses­sore alla Trasparenza Gu­glielmo Minervini, ha poi proseguito il confronto coi sindacati sulla riforma delle agenzie territoriali del turi­smo (Apt). Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto la proroga dei commissari Apt per assicu­rare la continuità dei servizi sul territorio «nelle more del­la messa a punto del disegno di riordino degli strumenti di promozione turistica e ter­ritoriale».Entro 10 giorni Ostillio ri­convocherà il tavolo per for­nire un'ipotesi di ripartizione dei compiti e delle funzioni di Regione, Province e Comuni in modo da studiare una ri­partizione del personale delle Apt. La Regione, poi, «avvierà il partenariato istituzionale e con le forze politiche con­siliari per un confronto sulla riforma. Inoltre, per elabo­rare il piano strategico del turismo e una bozza di re­golamento del settore, ci sia­mo impegnati – conclude Ostillio – a sollecitare le so­cietà Sviluppo Italia e Mer­cury a consegnarci le bozze dei documenti».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright