The news is by your side.

Operazione ‘Whitesnake’: 10 arresti per droga

50

Un vero e proprio bunker della droga in località "Quadrone delle Vigne" gestito da due nomi di spicco della criminalità foggiana Gianfranco Bruno e Pasquale Moretti.
E’ quanto hanno scoperto gli agenti della squadra mobile della questura di Foggia che stamani hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 10 persone accusate di associazione a delinquere di stampo mafioso, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti ricettazione e violazione in materia di armi. Delle dieci persone arrestate, 4 erano già detenute si tratta di Gianfranco Bruno detto il "primitivo" di 30 anni; Pasquale Moretti di 31; Tommaso Alessandro D’Angelo di 23; Daniele Vittozzi di 20; mentre finiscono per la prima volta dietro le sbarre Nicola Valletta di 22 anni, Giuseppe Caracozzo di 37, Salvatore Di Gioia di 33, Vincenzo Ricciardi di 46, Ciro Torraco di 33 e infine Paolo Dellerma di 39, considerato dagli inquirenti il più noto trafficante di droga del basso Tavoliere. L’operazione di oggi, denominata Whitesnake" è una costola dell’operazione "Cronos" del 5 settembre scorso quando la Mobile smantellò il clan ‘Pellegrino – Moretti’. Le indagini odierne seguono prevalentemente la pista della droga con un ingente traffico gestito dallo stesso clan. Ne è emerso che Gianfranco Bruno si riforniva di cocaina, circa un chilo a settimana, dal cerignolano Paolo Dellerma. La stessa polvere bianca veniva portata nella villa- bunker, suddivisa e occultata, interrandola in un vigneto o in un uliveto limitrofo. La villa era costantemente monitorata da telecamere a circuito chiuso e vigilata da cani da guardia di grossa taglia. In questo modo il clan riusciva a giocare d’anticipo: in caso di blitz improvviso della polizia i componenti avevano l’ordine di bruciare la cocaina in un enorme braciere, acceso anche d’estate. La vendita della droga all’ingrosso e al minuto era assicurata, sempre, nell’arco delle 24 ore. Nel corso delle indagini sono stati sequestrati 1,200 chilogrammi di hashish e 350 grammi di cocaina.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright