The news is by your side.

È fuori pericolo il bimbo ustionato dall’olio bollente

22

Migliorano le condizioni del piccolo Antonio Ardolino, sette mesi, ricoverato nel reparto rianimazione dell’ospedale Perrino di Brindisi. Il piccolo, in vacanza con i genitori a Vieste, dove i coniugi Ardolino avevano affittato una casa, nel pomeriggio di sabato aveva riportato gravi ustioni su circa il 70 per cento del corpo urtando una padella di olio bollente mentre giocava in cucina, nel suo girello. Il rientro a Sant’Anastasia era previsto per ieri. Ancora sotto choc i genitori e la nonna, che era proprio accanto ai fornelli quando Antonio, prendendo la rincorsa, ha urtato malamente la padella colma di olio bollente che gli si è riversata addosso ustionandogli il volto, le braccia, le gambe e il torace. «I medici dicono che mio nipote sta meglio – dice Antonio Ardolino, il nonno paterno di cui il bimbo porta il nome, che ha raggiunto la famiglia a Brindisi subito dopo l’incidente – sappiamo però che dovrà restare ancora nel reparto di rianimazione, monitorato costantemente». Per ora il nonno, stimato e noto commerciante di carni di Sant’Anastasia, resterà a Brindisi accanto al piccolo Antonio che se, come sperano i medici, reagirà bene alle cure, potrà essere trasferito in un centro attrezzato di Napoli entro la fine della settimana. La stazione dei carabinieri di Vieste ha in corso un’indagine sulla vicenda, una prassi in casi del genere ma, stando a quanto accertato dai militari l’episodio è soltanto frutto di una tragica fatalità: il bimbo, mentre trotterellava in cucina nel suo girello, ha urtato proprio la padella colma di olio bollente in cui la nonna paterna, accanto ai fornelli, stava preparando una frittura per il pranzo che avrebbero consumato di lì a breve. Immediati i soccorsi dei genitori che, seppure terrorizzati, non hanno perso la lucidità portando subito Antonio nella struttura di pronto soccorso di Vieste dove i medici hanno però preferito trasferirlo, in elicottero, al «Perrino» dove si trova tuttora. A Sant’Anastasia, intanto, appresa la notizia del terribile incidente, tutti attendono con ansia il ritorno di Antonio.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright