The news is by your side.

Tutti in rete con la Gargano Pass

24

Una card telematica, una sorte di carta d’identità per lanciare un’idea integrata di turismo che vuole coinvolgere tutti. Alla crisi del settore turistico tutti devono rispondere anche Palazzo Dogana con il suo assessorato alle Attività produttive ci prova. Lo strumento è quello della Gargano pass, una card telematica, una sorta di carta d’identità di cui si muniranno i vari operatori economici del territorio. preannunciata in concomitanza dell’anniversario dei roghi del 24 luglio 2007 è in via di definizione. “E’ uno strumento, un progetto pilota con il quale la provincia vuole mettere in rete l’intero sistema turistico garganico – spiega l’assessore competente Pasquale Pazienza – i nostri interlocutori non sono le amministrazioni comunale ma gli operatori turistici”. Ancora in itinere la Gargano Pass punta ad un idea integrata di turismo “che vuole coinvolgere dalle attività artigiane alle strutture alberghiere”. I servizi che verranno offerti consisteranno in scontistiche nelle attività commerciali convenzionate e servizi trasporto pubblico. Sono previsti servizi di noleggio e visite guidate alle attrazioni naturali del promontorio garganico. Ma un elenco delle opportunità offerte, ben definito, non esiste ancora. “Lavoreremo quest’inverno perché l’estate prossima il progetto sia a pieno regime. La risposta da parte degli operatori c’è. peschici, Cagnano Varano, ad esempio si sono dimostrate molto reattive”. Qualche notizia in più è rintracciabile sul sito internet (www.garganopass.it), dove viene presentata come card turistica. Cosa offre? servizi esclusivi, accessi gratuiti, sconti nelle strutture Socie e convenzionati e tutti i vantaggi del circuito. Dove trovarla?
”nei punti convenzionati, dove potrai attivarla subito” si legge. Poi, le modalità d’uso: “si attiva immediatamente, compilando un modulo con nome, cognome, data ed una serie di altri dati. I dati verranno trattati, con il consenso per la privacy, unicamente per garantire la migliore fruibilità dei servizi e delle convenzioni. La card si presenta all’ingresso dei siti ed al momento del conto nelle strutture convenzionate. Essa è nominativa. Attenzione: il personale di servizio può richiedere anche l’esibizione di un documento di identità. Scade il 31 dicembre dell’anno in cui è stata attivata”.
Se nella sostanza la Gargano Pass ricorda la Vieste Card per il contenuto dei servizi offerti, sebra invece destinata a distinguersi nella modalità di distribuzione. Se la carta viestana viene erogata all’operatore turistico, che poi procede alla distribuzione tra i suoi cliente, sulla base di un contributo l’una di 5 euro, il pass di Pazienza “per ora non prevede alcuna forma di contributo economico”, dice l’assessore.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright