The news is by your side.

Atletico Vieste – Minervino 4 – 2

23

Il Minervino interrompe la sua serie positiva che durava da tre giornate e subisce una sonora sconfitta da un Vieste assai determinato e poco disposto a perdere ulteriori colpi. Gara che iniziava con il vantaggio degli ospiti sulla solita ingenuità difensiva, troppo indigesto un gol così al primo minuto, i fantasmi di Altamura sembravano tornati prepotentemente, poi il Vieste è stato compatto e determinato nella sua reazione, non ci sono stati cedimenti ulteriori ma ha prevalso la convinzione di poter rimediare. La gran mole di gioco si è concretizzata al 26’ con il gol del pareggio realizzato da Antonio Scarano che ha trasformato in gol un calcio piazzato alla “Del Piero”.
Minervino stordito e liquefatto, Vieste arrembante, gara che mutava scenografia con lo spettacolo dei goals, al 28’ Michele Melchionda portava in vantaggio i garganici con una prodezza, poi Matteo Silvestri consolidava la supremazia viestana con un gran gol.
Gara chiusa???..evidentemente no..quella di Altamura non è stata una sconfitta assorbita del tutto, questa volta la sfortuna ha bussato dalle parti del portiere Bua ed il Minervino ha ringraziato per l’ennesimo gol “omaggio”..inutile..davvero inutile..aggiungere altro!
La difesa dell’Atletico Vieste non può essere certo processata per direttissima, ma 6 gol “omaggio” in due partite è un gran bonus per qualsiasi avversario, ad eccezione del Minervino che per il resto della gara si è limitato solo alla presenza fisica, Vieste che ha chiuso la gara a suo piacimento dopo il calcio di rigore trasformato da Maurizio Gentile.
Nel calcio contano i numeri, in casa il Vieste non ha sbagliato un colpo, ben 5 vittorie consecutive e 17 reti segnate, ma in certi momenti contano anche gli umori e quindi questa vittoria seppur conquistata contro un avversario palesemente modesto, dovrebbe pianificare un po’ tutto e forse restituire alla squadra di Michele Mimmo più responsabilità del proprio ruolo.
L’Atletico Vieste non è capolista per caso e domenica prossima ad Acquaviva lo dovrà dimostrare una volte per tutte sconfiggendo i fantasmi di Altamura e pure quelli entrati in scena col Minervino.

ATLETICO VIESTE: Bua, Augelli Paolo, Sollitto (dal 12’ st Chiappinelli), Melchionda, Masciullo, Silvestri (dal 17’ st Merlicco), Augelli Rocco, Di Iorio, Gentile, Colella, Scarano (dal 27’ st Gualano). A disposizione: Padalino, Cinque, Stellato, Campaniello. All: Michele Mimmo.- indisponibili: Ducange e Laprocina.

MINERVINO: Salvemini, Lobascio (dal 1’ st D’Ambrosio), Quacquarelli, Di Benedetto S., Mangione, Spiriticchio, Di Benedetto M. (dal 34’ st Tarallo), Terzulli, Di Gennaro, Lomonte (dal 43’ st Conte), Rubino. All. Marco Francabandiera

ARBITRO: Salvatore Di Benedetto di Barletta

RETI: nel pt. al 1’ Rubino, al 26’ Scarano, al 28’ Melchionda, al 34’ Silvestri, al 44’ Di Benedetto S., nel st al 22’ Gentile (r)

                                                      Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright