The news is by your side.

Calcio: Foggia, Benevento ripreso ma con difficoltà

22

Il Foggia rimedia ad una pretazione poco brillante rimontando il Benevento e pareggiando 1-1, salvando così la striscia positiva interna che dura da inizio campionato. Nonostante il risultato, però, i rossoneri non sono riusciti a ripetere le ultime belle prestazioni interne fornite contro Gallipoli, Sorrento ed Arezzo. Il Foggia è risultato molle, poco convinto ed è riuscito a rimettere in piedi la gara solo grazie ad un rigore probabilmente generoso concesso dal direttore di gara. Il Benevento, infatti, va in vantaggio dopo solo 2 minuti con il terzino Cattaneo, abile ad approfittare di una dormita generale della difesa rossonera e a trafiggere tutto solo l’incolpevole Bremec. Gli uomini di Novelli tentano una reazione abbastanza confusionaria, tant’è che i maggiori pericoli per il portiere del Benevento Gori arrivano soltanto con due conclusioni dalla distanza di Coletti. Nel finale del primo tempo Clemente sfiora il raddoppio con un colpo di testa a lato, prima che Piccolo impegni con un gran sinistro Gori in angolo.

La ripresa si apre con Papagni che inserisce Cinelli per Tufagno e arretra Clemente sulla linea dei centrocampisti per un 4-5-1, nel chiaro tentativo di gestire il vantaggio. Al 1’ un tiro di De Liguori deviato lambisce il palo, mentre il Foggia si fa vedere con due conclusioni centrali di Coletti e Pecchia. Novelli allora sostituisce uno spento Piccolo con Troianiello, che viene subito fermato per un dubbio fuorigioco, quando ormai si trovava tutto solo davanti a Gori. Nel Foggia entra anche Mancino per D’Amico e proprio dai piedi del centrocampista napoletano parte il passaggio filtrante per Salgado, agganciato in area solo dopo però che il cileno aveva già calciato a lato. L’arbitro Lupo fischia comunque il rigore ed al 32’ Salgado trasforma per l’1-1 spiazzando Gori. Papagni allora si gioca la carta Castaldo, ma l’attaccante sannita si rende pericoloso solo nel finale con Bremec attento a rifugiarsi in angolo. Il Foggia prova, invece, persino a vincere, ma le forze in avanti sono ormai esigue e gli ultimi assalti rossoneri risultano tutti vani.

Il Foggia porta comunque a casa un punto che fa classifica e che lo mantiene stabilmente nelle posizioni palyoff.  

 
Marcatori: 2’ p.t. Cattaneo (B); 32’ s.t. Salgado (F)

 Foggia (4-3-3): Bremec 6; Colombaretti 6, Lisuzzo 6.5, Zanetti 6.5, Pezzella 5; Pecchia 6, Coletti 6, D’Amico 6 (14’ s.t. Mancino 5.5); Piccolo 5.5 (6’ s.t. Troianiello 5.5), Del Core 5 (45’ s.t. Mattioli s.v.), Salgado 5.5. (Coscia, Burzigotti, Rinaldi, Colomba). All. Novelli.

 

Benevento (4-4-2): Gori 5.5; Cattaneo 6, Landaida 6, Ignoffo 6.5, Colombini 6; Statella 6, Cejas 6.5, De Liguori 7, Tufano 6 (1’ s.t. Cinelli 6); Clemente 6 (38’ s.t. Aquilanti s.v.), Bueno 5.5 (33’ s.t. Castaldo 5.5). (Corradino, Imbriani, Palermo, Ferraro). All. Papagni.

 Ammoniti: D’Amico, Mancino, Pezzella (F); Tufagno, Ignoffo, Statella, Gori (B).

 Angoli: 5-2.
 (Il Grecale)


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright