The news is by your side.

Promozione/ si giochera’ sul neutro di Cerignola la gara Candela – Atletico Vieste

24

Si giocherà sul campo neutro di Cerignola, precisamente al campo scuola “Cianci” in erba artificiale la gara tra il Virgilio Maroso Candela e L’Atletico Vieste, questo cambiamento di programma dell’ultimora è dovuto alla temporanea indisponibilità del campo di Candela. Si giocherà in assenza di pubblico, l’impianto non ha tribune e tantomeno garanzie di sicurezza, saranno ammesse solo le persone autorizzate e la stampa.
Quella appena trascorsa è stata una settimana finalmente più distesa, volti sorridenti nei giocatori ed ottimismo ritrovato, gli azzurri di Michele Mimmo che hanno lavorato intensamente, alcuni giocatori non hanno ancora smaltito i postumi dell’influenza ma la rosa è molto assortita.
Rientrerà dalla squalifica Nicola Ducange mentre è stato fermato dal Giudice Sportivo per due turni  Michele Melchionda, era prevedibile questa squalifica, non era prevedibile e quindi è stata una vera mazzata l’altra decisione del Giudice Sportivo: “una salatissima multa di 1.000 per i fatti accaduti domenica scorsa contro il Ruvo e diffida per il campo, l’arbitro nel suo referto ha asserito che il suo assistente allo sparo di un mortaretto è rimasto stordito..nulla di più falso, lo sparo di quel mortaretto è avvenuto da distanza ragguardevole da dove operava l’assistente dell’arbitro e nelle immagini televisive non si nota quella scena dello stordimento, poi vi sono state le solite ingiurie agli organi federali da parte del pubblico viestano, ma questo accade ovunque anche se non dovrebbe proprio accadere”
Una punizione troppo esagerata considerato che al ripetersi di questi episodi scatta immediata la squalifica del campo, la società viestana non merita questo perché sinora si è distinta per correttezza e disciplina, ha giocato un anno senza il pubblico e poi quello che è peggio il danno maggiore quest’anno lo stà provocando proprio la mediocrità degli arbitraggi, a questo punto bisogna alzare la voce e far valere le ragioni sacrosante di un reciproco rispetto che oggi non c’è ma soprattutto pretendere una parità di trattamento che oggi non c’è.
Domani contro il Candela non ci sarà Fausto Crisantino l’ex di turno, ha gettato la spugna ed ha abbandonato improvvisamente la comitiva viestana sembra per motivi non legati al calcio, peccato perché era l’uomo giusto al posto giusto e nel momento giusto, ora l’erede legittimo è il giovane viestano Nicola Cariglia che non vede l’ora di tornare a giocare dopo uno sfortunato infortunio.
Francesco Sollitto doveva giocare al posto dell’infortunato Giuseppe Di Iorio ma le sue condizioni precarie non lo permettono, ma mister Mimmo deciderà qualche minuto prima della gara.
Luca Magaldi finalmente è pronto, mezza punta o ala destra pura, classe ’89 un passato nella primavera del Frosinone..poi altre esperienze in Basilicata ed oggi si riparte dall’Atletico Vieste per ritornare sui grandi palcoscenici, di lui si farà un gran parlare perché ha classe e velocità.
Michele Mimmo è deciso a dargli spazio e giocarsi questo asso nella manica, alcuni dubbi ci sono..come farà a coesistere con Rocco Augelli visto le caratteristiche simili?
Molti giocatori del Vieste rischiano di restare fuori la formazione, Antonio Scarano su tutti..e poi ci sono giovani interessanti come Domenico Pellegrino ’90, Simone Latorre ’92 che aspettano!
Finalmente tante sensazioni positive in questo inizio d’anno e dopo la vittoria di domenica scorsa, ora bisogna voltare pagina in tutti i sensi, soprattutto bisogna darsi una calmata e ritrovare quella serenità della passata stagione, evitare le troppe ammonizioni per protesta e le inutili espulsioni.
La gara col Candela sarà diretta dal Sig. Domenico Barbuto di Bari coadiuvato dagli assistenti: Luigi Bonavita e Michele Savino di Foggia….ora basta protestare!

                                                      Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright