The news is by your side.

Campionato Promozione: prove tecniche di ripescaggio…..

20

Nel campionato di Promozione dopo la 23^ giornata Audace Cerignola ed Europa Grumese hanno vinto ancora, ormai il divario dalle altre inseguitrici è diventato quasi incolmabile, nessuno a questo punto può credere ad un tracollo della capolista e quindi per la matricola barese si prospetta un lussuoso secondo posto…pronosticato in tempi non sospetti dagli stessi dirigenti: “quest’anno vogliamo imitare il Vieste della passata stagione”..lo dissero alla festa dei calendari..complimenti ci hanno azzeccato in pieno! L’anno scorso l’Atletico Vieste inseguiva il Terlizzi e si fermò alla 23^ giornata con 50 punti, quel secondo posto tanto pubblicizzato poi diventò quinto posto, nelle ultime 7 partite la squadra viestana riuscì a battere se stessa, 3 pareggi e 4 sconfitte, ma fu il Vieste la squadra rivelazione soprattutto per il suo gioco.
La griglia per i play-off si restringerà a soli tre posti, Fortis Trani, Real Barletta ed Atletico Vieste sembrano le squadre più accreditate, tutti inseguono il terzo posto che consentirà nei play-off di disputare la gara di ritorno in casa.
Calendario alla mano ogni domenica sarà una battaglia per queste squadre, vincere e sperare nei risultati negativi delle altre concorrenti, L’Atletico Vieste rientrato prepotentemente in corsa per ora insegue e pregusta il sorpasso.
Già domenica ci sarà lo scontro diretto tra la Fortis Trani ed il Real Barletta a tenere banco, la squadra viestana sarà impegnata sul campo di Minervino Murge, gara dal pronostico scontato?..sembrerebbe proprio di si, i padroni di casa non sono poi così irresistibili, in casa hanno vinto solo con Acquaviva, Canosa, Polignano ed Apricena mentre sono passati a Minervino Cerignola, Real Barletta e Leonessa Altamura.
Difficile rivedere il Vieste formato “disastro”, quello che fu sconfitto ripetutamente e forse anche clamorosamente sui campi di Altamura, Acquaviva, Canosa, Real Barletta, Grumese e Santeramo, sconfitte definite sciagurate e che avevano estromesso la squadra viestana addirittura dai play-off.
Michele Mimmo è stato esonerato forse perché non aveva più la squadra in pugno, il riscontro c’è stato..perchè da quando Franco Cinque si è messo al timone, il Vieste come d’incanto ha ritrovato la rotta…ora l’isola dei play-off è stata avvistata nuovamente e questa volta davvero ci sarà l’arrembaggio viestano.
Battuto la Fortis Trani, domata sul proprio campo l’Audace Cerignola questo Atletico Vieste è davvero un’altra squadra, col “coltello” tra i denti finalmente stà affrontando gli avversari con un altro spirito, ora dopo la trasferta di Minervino…al di là del risultato finale, si pregusta il finale dove l’Atletico Vieste dovrà disputare ben 5 gare in casa su 7.
IL TERZO POSTO: per il Vieste è l’obiettivo primario che consentirà di disputare la partita di ritorno al “Riccardo Spina”, ma per essere ripescati si dovranno non solo vincere i play-off ma sperare di avere un miglior piazzamento rispetto alla squadra vincitrice del girone “B”….perché forse ci sarà solo il ripescaggio della migliore delle due squadre.
L’Atletico Vieste comincia a guardarsi allo specchio e raffrontando i dati della passata stagione un pensierino a migliorare quei numeri lo stanno facendo un po’ tutti.
L’anno scorso su 23 partite il Vieste conquistò 50 punti con 15 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte, 38 reti segnate e 25 punti, poi andò in letargo e nelle 7 gare finali solo 3 punti con 3 pareggi e 4 sconfitte, 6 reti segnate e 13 subite, quinto posto e sconfitta nei play-off.
Quest’anno dopo 23 partite i punti in classifica sono 37 ben 13 in meno rispetto al campionato scorso, gol segnati quest’anno 42 contro i 38 dell’anno scorso…ma ci sono ancora 8 partite da giocare e 24 punti che il Vieste potrebbe teoricamente conquistare.
Ci sono quindi tutte le premesse per migliorare i tabellini della scorsa stagione, ci sono tutte le premesse per sognare ad occhi aperti ed invece dal lontano orizzonte si intravedono nuvole nere….chi dovrà sponsorizzare l’Atletico Vieste la prossima stagione?
Queste sono le vere problematiche in terra garganica, dove un giovane imprenditore come Lorenzo Spina Diana tiene alto il nome dell’intero comprensorio, dove il calcio ormai è scomparso a livello di notorietà un po’ dappertutto e dove sembra che questo esser fieri di una grande squadra come l’Atletico Vieste sembra interessare solo i tifosi.
Bisogna cominciare a stimolare le forze economiche della città, i grandi imprenditori (Gruppo Marcegaglia??) sarebbe davvero assurdo voltare le spalle alla Società Atletico Vieste che..rischia di approdare all’Eccellenza, rischia di diventare tra le 16 squadre più titolate di Puglia in perfetto anonimato.
                                                   Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright