The news is by your side.

Turismo: “Finalmente importanti accordi con tour operator rumeni, russi e scandinavi

18

Con l’assessore al Turismo della Provincia di Foggia Nicola vascello il turismo è diventato una cosa seria. E il nostro territorio si apre ad est…

 

Idee innovative, applicazione metodologica e Scientifica e tanta forza di volontà. Questo è il mix vincente messo in campo da Nicola Vascello, assessore provinciale al turismo, che ad un anno dal suo insediamento ha portato a casa già tanti successi ed ha cambiato le sorti di un settore lasciato al suo destino e allo sbando. L’idea di Vascello, dei turismi, e non del turismo, di Capitanata è stata la chiave di volta di crescita del territorio e dei flussi turistici anche nelle zone interne, e non solo del rinomato Gargano, e la quadratura del cerchio arriverà a breve con la costituzione del sistema turistico locale. Il volitivo assessore, che ha portato a Palazzo Dogana il know how acquisito nell’esperienza all’ Apt di Foggia, è stato il deus ex machina dell’operazione turistica più rivoluzionaria verificatasi sul territorio: lo sbarco dell’orienteering, lo sport d’orientamento tipico dei Paesi scandinavi, che ha contribuito a sdoganare il binomio sole- mare del Gargano, e che vede la Montagna del Sole, in corsa per i mondiale del 2012. Ma, Vascello proprio in questi giorni, ha ulteriormente allargato gli orizzonti, riuscendo ad aprire un canale di collaborazione e di dialogo con i tour operator della Romania che rappresenta in Europa uno dei mercati turistici maggiormente in espansione. Infatti, è proprio questo l’obiettivo del progetto ‘Educational Tour’, elaborato dall’assessorato al Turismo della Provincia di Foggia. Nello specifico, il progetto si articolerà in quattro giornate nel corso delle quali 30 tra tour operator e giornalisti specializzati provenienti dalla Romania avranno la possibilità di visitare le bellezze della provincia di Foggia e stabilire con il territorio un legame. “Dal Rapporto Paese Con i u n t o Ambasciata/Consolato/Enit 2008 Romania – spiega Vascello – si evince che dallo sviluppo del Programma Nazionale di Convergenza la Romania registrerà nei prossimi cinque anni una crescita reale del Pil del 6,4% all’anno. Dal Ziarul Financiar del 19 febbraio2009, invece, si apprende che nel 2008 i romeni hanno speso un miliardo e novecento milioni di euro per vacanze all’estero. E’ dunque chiaro
—aggiunge Vascello—che avvicinare questa nuova fascia di utenza alle bellezze turistiche del territorio Dauno è l’obiettivo da perseguire nell’ottica di un sostegno concreto alla nostra industria del turismo”. Il programma ‘Educational Tour’ promosso dall’assessorato al Turismo della Provincia di Foggia partirà venerdì 8 maggio e si concluderà lunedì 11 maggio”. L’assessore spiega a l’Attacco i dettagli dell’operazione. “Questo progetto, rientra nelle politiche prefissate all’inizio del mandato, con le quali mi prefiggevo di recuperare il rapporto con i tour operator. Rapporti, colpevolmente snobbati. e trascurati dagli attori del territorio, mentre il Salento stringeva forti rapporti con quelli che sono i veri protagonisti del marketing e della commercializzazione turistica. Questo, è il motivo del gap tra Salento e Capitanata – aggiunge-. Come primo partner di questo percorso, abbiamo scelto la Romania, perché è la nazione che più crescerà in Europa nei prossimi anni. Non è affatto una moda, ma l’intenzione di arrivare per primi su mercati emergenti, vergini e molto interessanti da un punto di vista economico, che vanno coltivati. Per quattro giorni, 26 tour operator e 4 giornalisti specializzati in turismo rumeni saranno in Capitanata per toccare con mano ed ‘acquistare’ il territorio (il 10 maggio si incontreranno con gli operatori foggiani a Vieste) – sottolinea-. Non vengono qui a farsi la vacanza, ma per stringere un vero e proprio rapporto commerciale. Ne è dimostrazione il fatto chele trenta unità si pagheranno il volo Bucarest-Bari, l’ospitalità sarà offerta dagli operatori locali e la Provincia si farà carico degli spostamenti locali”. Ma, il rapporto con la Romania, non è l’unico che bolle in pentola. “Questo è solo il primo educational – anticipa Vascello. Entro la fine dell’estate, faremo un’operazione di incoming simile con la Russia, entro l’autunno con i Paesi Scandinavi, con i quali siamo in contatto per il discorso dell’orienteering, ad ottobre dopo l’Itg di Rimini, sbarcheranno i più grandi ed importanti tour operator italiani. Dulcis in fundo, stiamo per chiudere un accordo con uno dei più grandi tour operator mondiali, che ha sede negli Usa, e precisamente a Buffalo”.

Matteo Palumbo
L’Attacco


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright