The news is by your side.

VACANZE, UNA CASA AL MARE

19

La Puglia tra le mete più gettonate, soprattutto le zone del Gargano e del Salento (+17 e +13 per cento).
Crisi o non crisi, l’acquisto della casa al mare, all’avvicinarsi dell’estate, sembra non passare mai di moda. A mutare semmai è la geografia delle preferenze. E quanto rivela Immobillare.it, uno dei siti noti per gli annunci di settore, secondo il quale tra le mete più gettonate c’è la Puglia, soprattutto le zone del Gargano e del Salento. Le due località hanno fatto registrare rispettivamente un incremento del +17% e +13% nelle richieste di acquisto di seconde case. La richiesta, e di conseguenza anche i prezzi di vendita, sono in forte crescita. L’andamento dei prezzi e delle richieste riflette un nuovo interesse per aree nuove. All’acquisto di seconde case sono interessate soprattutto le famiglie con figli, residenti in aree metropolitane. Per queste, probabilmente, la seconda casa, oltre a un investimento, rappresenta anche un modo per risparmiare sulla spesa delle vacanze che, in alberghi o villaggi, andrebbe moltiplicata per il numero di componenti della famiglia. Per contenere i costi, chi ha a disposizione solo qualche settimana per le vacanze opta per l’immobile in affitto. Un appartamento con 4 posti letto costa mediamente 750 euro a settimana, circa 25 euro a persona al giorno. Il prezzo aumenta del 25-30% per il mese di agosto, che resta il mese italiano di vacanza per antonomasia. Quest’anno spunta la vacanza prudente: si resta in Italia, si ridu-ce di un giorno, costa in media 110 euro in meno. Le sorprese? Cala il mare, ma spicca la Puglia. La crisi detta le regole delle vacanze, ma non le frena. Anzi aumentano i vacanzieri estivi: le difficoltà economiche preoccupano gli italiani ma non li scoraggiano ad andare in ferie. Anzi, quest’anno – secondo un sondaggio Confesercenti – solo il 24% resta a casa. Vacanze impronta te quindi al risparmio a partire dalla riduzione della durata: in media un giorno in meno. La spesa scende dai 1.056 euro del 2008 ai 946 di quest’anno (-10,4%). La fase recessiva si fa sentire sulle scelte in vario modo: cresce del 5% il numero di persone partita a giugno, mentre luglio (-3%) ed agosto (-4%) segnano una flessione pur rimanendo i mesi più gettonati in assoluto. Solo il 25% varca i confini per mete europee, tra cui la Spagna tallonata dalla Francia e, a distanza, le spiagge di Grecia e Croazia. E fra le mete più desiderate si fa largo a sorpresa la Puglia che insegue la capolista Toscana. Ed un altro aspetto rivelatore dell’attenzione al risparmio arriva dalla maggioranza di pugliesi che prenotano i viaggi in tutto od in parte da soli. Emerge anche una tendenza impensabile nei decenni scorsi: il calo continuo del mare come prima scelta vacanziera. La Puglia conquista la vetta delle mete più gettonate, anche secondo i dati forniti da Subito.it, il sito di annunci classificati per comprare e vendere di tutto. Affittare una casa per le vacanze significa non solo risparmio ma anche più spazio e privacy: questo spiega il moltiplicarsi delle richieste. Le ricerche per una casa vacanze sono più che raddoppiate rispetto all’anno scorso. La Puglia si piazza in cima alla classifica del sito con 4-273 annunci (15,7%). Anche secondo la fotografia scattata dalla Doxa, fra le mete preferite quest’anno la regione più gettonata è la Puglia con il 13,5 per cento delle scelte.
In tempi di crisi, la prima parola d’ordine è "risparmio" e così in vista delle prossime ferie estive, c’è chi si organizza nel modo migliore e soprattutto a seconda delle proprie tasche, prediligendo, al posto del soggiorno in albergo o in villaggio, la casa vacanza. Molti la considerano il modo ideale per trascorrere del tempo al mare senza sostenere una spesa eccessiva. Ma questa soluzione risulta positiva soprattutto nei periodi di bassa e media stagione. Malgrado la crisi, il settore delle case al mare o in montagna continua a procedere positivamente a ve- le spiegate.
Dati alla mano, l’acquisto di case al mare resta una scelta sempre più apprezzata. Puglia e Sicilia sono le zone su cui la richiesta di acquisto di una seconda casa per le vacanze estive è più alta, al contrario di Costa Smeralda e Liguria che, invece, registrano un calo in tal senso.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright