The news is by your side.

Proseguono gli appuntamenti culturali dei comuni di Vico ed Ischitella

21

Ha preso il via sabato 5 settembre a Vico del Gargano, nel complesso monumentale di San Pietro, la rassegna culturale “Gargano Letteratura” 2009, organizzata dai comuni di Ischitella e di Vico del Gargano e sostenuta dalla Provincia di Foggia.

La prima serata si è aperta con la presentazione del libro Puglia in versi, di Daniele Maria Pegorari, che contiene quarantaquattro testi poetici di autori pugliesi viventi e non, dedicati a luoghi emblematici della regione. Molto applaudita la lettura del poeta Lino Angiuli di tre suoi bellissimi testi di prosa poetica che descrivono la terra pugliese.

E’ seguita la consegna del Premio Vico del Gargano/FRATRES per una poesia sul tema della donazione, in collaborazione con l’Associazione Fratres, vinto dalla poetessa Margherita Neri di Cefalù che ha incantato il pubblico con la lettura della sua poesia “Ti vitti Cristu” nella splendida lingua siciliana.

Il Gruppo teatrale Kappa di Vico ha letto le altre poesia finaliste: “Un pezzo di pane”, di Claudio Caldarelli di Fiano Romano (Roma); “Il tuo dono”, di Alessandra Dalena di Putignano (Bari); “I passi”, di Rosa Spitaleri di Colonia (Germania); “Mi chiamo Donato”, di Stefania Pierini di Roma; “Donami oggi”, di Gabriella Riannetti di San Giuliano Milanese (Milano); “Tutta la notte mi sei stata accanto”, di Emilio L. Coco di San Marco in Lamis. La poesia “Dono” è stata letta dall’autrice, Luciana De Palma di Corato (Bari).

La seconda serata, domenica 6, presentata da Attilio Romita, conduttore del Tg1, ha confermato lo spessore culturale di “Gargano Letteratura”.

Nella prima parte è stato conferito il Premio della critica Città Vico del Gargano allo scrittore e giornalista Raffaele Nigro per il suo ultimo romanzo Santa Maria delle Battaglie (edito da Rizzoli). I relatori Rino Caputo e Daniele Pegorari hanno evidenziato i pregi dell’opera dell’autore apulo-lucano.

Nel suo intervento Nigro ha paragonato la protagonista del suo libro, Federica, che vive in uno stato di incoscienza dopo un brutto incidente, alla nostra attuale società: una società addormentata. “Oggi – ha spiegato Nigro – si vive troppo nell’attualità, raccontando solo il presente, un presente che viene subito cancellato dall’arrivo della successiva notizia o aggiornamento. E dopo due secoli e mezzo di questo racconto, l’individuo aspetta il mutare della cronaca. In questo contesto la notizia descrive solo un frammento del presente e non il presente stesso, facendoci dimenticare il regolare flusso del vivere: passato, presente e futuro”.

Il sindaco di Vico del Gargano Luigi Damiani, consegnandogli il Premio, si è complimentato con Nigro.

Si è svolta poi la premiazione dell’XI Concorso “Città di Vico del Gargano” – sezione romanzo breve inedito, vinto da Maricla Di Dio Morgano, di Calascibetta (Enna), con la drammatica storia di una giovane albanese, Il freddo mondo di Rrona (ora pubblicato dalle Edizioni Cofine, e offerto in omaggio agli intervenuti).

Secondo classificato Stefano Mariantoni di Rieti, con un racconto che affronta con garbo e delicatezza una malattia terribile come l’Alzheimer, Milioni di cose che si mettono in mezzo.

Al terzo posto Giovanni Maria Pedrani di Legnano (Milano) con un thriller, Il concorso letterario.

Quarta Lucia Scarpa di Salzano (Venezia) con La tavola degli angeli e al quinto posto Marco Bottoni di Castelmassa (Rovigo) con San Lorenzo.

I premi sono stati consegnati dai componenti della giuria: Daniele Pegorari (presidente, docente in Letteratura italiana contemporanea e Filologia dantesca alle Università di Bari e Foggia), Achille Serrao (poeta-scrittore), Rino Caputo (preside alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma Tor Vergata), Domenico Cofano (Facoltà Lettere e Filosofia Università di Foggia), Giuseppe Massara (Facoltà Letteratura inglese Università La Sapienza di Roma), Michele Afferrante (giornalista), Grazia D’Altilia (scrittrice) e Vincenzo Luciani (poeta).

Lunedì 7 settembre si è tenuta ancora a Vico del Gargano una conferenza sulla vita e l’opera di Alfredo Petrucci” che,dopo un incisivo intervento del sindaco di Sannicandro Costantino Squeo è stata coordinata dal preside del liceo classico locale Michele Afferrante ed ha registrato un appassionato intervento dell’editrice Falina Marasca cui si deve la riproposizione di alcune opere dello scrittore, artista e poeta di Sannicandro. E’ seguita una concisa e densa presentazione della poliedrica personalità Alfredo Petrucci ad opera dello scrittore Francesco Giuliani a lungo applaudita. Dopo un intervento dello studioso Benito Mundi, la serata, che si era aperta con le festose note dei canti e suoni del complesso folk Li Ariarule con Angelo Frascaria, Salvatore Villani e il tammorrista Dattoli si è conclusa con i trascinanti ritmi della tradizione popolare garganica).

Questi i prossimi appuntamenti di Gargano Letteratura.

– L’8 settembre ore 21 – Vico G. – sempre nel Complesso monumentale di San Pietro (viale San Pietro) appuntamento con “La straordinaria vicenda dell’autore teatrale Vincent Jim Longhi tra Carpino e New York” con Cosma Siani, Mariantonietta di Sabato, curatori della traduzione della sua autobiografia in italiano, di imminente pubblicazione. Sarà presente il sindaco di Carpino Rocco Manzo. Concluderanno festosamente la serata i Cantori di Carpino;

– 9 settembre ore 21 Vico G. – Ancora nel Complesso monumentale di San Pietro (viale San Pietro):

“Me so’ sunnate la Madonne”, religiosità popolare a Cagnano Varano, con Leonarda Crisetti. Partecipano: il sindaco di Cagnano Varano Nicola Tavaglione e il gruppo folcloristico ‘Gemme del Gargano’ che eseguirà canti della tradizione popolare.

– 10 settembre ore 21 – Ischitella – Chiesa di San Francesco:

‘Ricordo di Giuseppe Cassieri’ con Cosma Siani. Partecipano i figli dello scrittore: Nicoletta e Alessandro (giornalista Tv Rai Uno), il sindaco di Rodi Garganico Carmine D’Anelli. Conduce Pietro Saggese. Al termine proiezione di uno sceneggiato Rai degli anni 70 “Il viaggio di ritorno”, scritto da G. Cassieri, tratto dalle Teche Rai;

– 11 settembre ore 21- Ischitella – Chiesa di San Francesco:

Conferenza sull’attualità di Pietro Giannone con i professori Sergio Bertelli, Marina Formica, Rino Caputo e la partecipazione dell’avv. Franzo Grande Stevens;

– 12 settembre ore 21 – Ischitella – piazza de Vera di Aragona/corso Cesare Battisti:

reading con i poeti Franco Loi (Lombardia), Anna Maria Farabbi (Umbria), Achille Serrao (Campania) e Franco Pinto (Puglia);

– 3 ettembre ore 21 Ischitella- piazza de Vera di Aragona/corso Cesare Battisti:

assegnazione del Premio di poesia dialettale “Città di Ischitella-Pietro Giannone” con il reading dei tre poeti vincitori: Benito Galilea (dialetto calabrese), Ombretta Ciurnelli (dialetto umbro) e Anna E. De Gregorio (dialetto marchigiano).

Parteciperano l’assessore provinciale alla Cultura Maria Elvira Consiglio, il sindaco di Ischitella Piero Colecchia, i membri della Giuria: Dante Della Terza, Rino Caputo, Giuseppe G. Castorina, Franco Trequadrini, Francesco Belllino, Cosma Siani, Franca Pinto Minerva, Achille Serrao, Vincenzo Luciani.

Condurrà la serata il giornalista Attilio Romita (Rai Uno). Si esibiranno: Banda musicale Pietro Giannone di Ischitella e Coro del Crocifisso di Varano, diretto dal M° Giuseppe Blenx.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright