The news is by your side.

Vieste/ Il Consiglio Comunale di questa mattina

14

Questa mattina si è tento il Consiglio Comunale per approvare gli equilibri di bilancio, termine ultimo per l’approvazione fine settembre. In apertura di seduta il Vice Sindaco Saverio Prencipe ha risposto all’interrogazione del Consiglio Comunale precedente sulle rimozioni forzate, interrogazione di Aldo Ragni, secondo il Vice Sindaco le quasi 300 rimozioni forzate sono state fatte secondo la convenzione e le tariffe applicate sono eque e uguali ad altre realtà del settentrione. Il Sindaco ha preso la parola per comunicare all’Assemblea la situazione debitoria di alcuni Comuni che conferiscono in discarica, sono quasi 5 milioni di euro il credito che vanta il Comune di Vieste nei confronti di questi Comuni..morosi da tempo, soprattutto il Comune di Sannicandro Garganico che continua a disattendere i pagamenti già da diversi anni per oltre 3 milioni di euro.
La Regione Puglia ha già messo in atto la procedura per il recupero dell’ecotassa che non è stata pagata, questo a detta del Sindaco obbliga il Comune di Vieste a mettere in atto nei confronti dei Comuni morosi procedure estreme per questo recupero di somme e nel caso di ulteriore inadempienza la preclusione agli stessi di conferire i rifiuti nella discarica di Vieste..analogo comportamente già è stato messo in atto dal Comune di Deliceto per la sua discarica e quindi Vieste..ha continuato il Sindaco non può pagare nei confronti della Regione Puglia colpe che non sono sue.
Giuffreda ha parlato di isolamento politico di questa Amministrazione nei confronti dei Comuni dell’ATO FG/1, il mancato coinvolgimento invece è l’accusa che Mauro Clemente ha rivolto al Sindaco, su temi importanti come questo c’è stata un’azione isolata del Sindaco che ha prodotto solo risultati negativi, il Consiglio Comunale è stato tenuto fuori dalla discussione politica.
L’Assessore al Bilancio Carlo Sollitto ha relazionato sull’argomento posto in discussione, poi si sono succeduti i vari interventi, Aldo Ragni ha portato come esempio la gestione del campo sportivo dove la Giunta Comunale ha operato un taglio considerevole creando turbative nelle associazioni per la gestione dell’impianto a costi proibitivi.
Mauro Clemente ha parlato di bilancio sostenendo che è semplice mantenere i conti in ordine e quindi non violare il patto di stabilità quando non c’è una politica degli investimenti, quando non vengono attuati i programmi annunciati in campagna elettorale, poi quei debiti fuori bilancio riconosciuti peseranno molto per il futuro, secondo Mauro Clemente manca una politica per far aumentare le entrate, tutto è fermo in questa città.
Giuffreda ha sostenuto che le scelte politiche sul bilancio da parte di questa amministrazione si evidenziano in tutte le banalità sostenute nella relazione, per esigenze di bilancio si è rinunciato a fare tutto quello che si è annunciato, dalla Viestecard, e tutte le altre iniziative a sostegno del turismo. Critiche sono state rivolte al delegato allo sport Pina Falcone che secondo Antonio Giuffreda non ha rispettato le sue linee programmatiche, nessun sostegno alla politica dei giovani, nessun sostegno allo sport..non ultima la vicenda della gestione del campo sportivo che ha generato una contestazione di massa.
L’Assessore al Turismo Nicola Rosiello ha risposto alle accuse mosse da Giuffreda sostenendo che l’Amministrazione Comunale nonostante non ha attivato la Viestecard ha ugualmente garantito con molti sacrifici tutti i servizi a sostegno degli ospiti, un pacchetto che è stato garantito quasi totalmente.
Il Vice Sindaco Prencipe invece ha risposto a Mauro Clemente come sia importante tenere i conti in ordine e quindi questa Amministrazione ha deciso per la politica del rigore in entrata e in uscita.
Il Presidente del Consiglio Michele Mascia è intervenuto sulla questione della gestione del campo sportivo che stà generando tanta contestazione, a suo avviso “è in atto una vera congiura nei confronti dell’Atletico Vieste messa in atto da alcuni Amministratori di questa città che hanno messo tutti sullo stesso piano, un comportamento maniacale del consenso – ha detto Mascia – che ha fatto perdere il senso della ragione..Per l’Atletico Vieste è una colpa sostenere delle spese per un campionato importante che dà lustro alla città, mentre gli altri ci invidiano la squadra dell’Atletico, .nella nostra città si fa il contrario e quindi si demolisce il sacrificio di chi stà alla testa di questa squadra, cioè il figlio dell’ex Sindaco..una vera congiura politica”.
Terminata la discussione si è passati alla votazione con 13 voti favorevoli e 5 contrari si è approvata la relazione dell’Assessore Sollitto sugli equilibri di bilancio.
L’argomento riguardante il piano casa su proposta del consigliere Mauro Clemente..votata all’unanimità è stato rinviato perché nel frattempo la stessa Regione Puglia modificando alcuni articoli ha prorogato gli stessi termini di scadenza di altri 60 giorni..così facendo si darà la possibilità ai cittadini di capire qualcosa in più su questo piano…politici e partiti politici permettendo.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright