The news is by your side.

Farmacie: il 4 novembre serrande abbassate

19

"Da sei mesi anticipiamo centinaia di migliaia di euro alla Asl di Foggia per garantire i tuoi farmaci. Tu cosa faresti al nostro posto?" E’ la domanda che l’associazione Provinciale Titolari di Farmacia di Foggia rivolge ai cittadini, attraverso un manifesto che annuncia, per il prossimo 4 novembre, la chiusura di tutte le Farmacie, garantendo, comunque, l’assistenza ai cittadini con l’apertura delle farmacie di turno. Una decisione a lungo meditata e che arriva per cercare di scuotere e sensibilizzare l’opinione pubblica e, soprattutto, la politica perchè si dia al più presto una risposta ad una situazione divenuta oramai insostenibile. L’ultimo rimborso dei medicinali in regime di convenzione da parte della Asl risale al marzo di quest’anno, da allora tutto fermo. Un ritardo che ha costretto i farmacisti ad esporsi finanziariamente e, se si considera che ogni mese il costo dei medicinali totali forniti in Capitanata sfiora i 7,5 milioni di euro che moltiplicato per sei fa 45 milioni di euro si comprende la portata delle preoccupazioni della categoria che al momento pare non intravedere una prospettiva credibile di restituzione di quanto anticipato. Ma non è tutto, sempre al manifesto che in questo giorni comparirà nelle vetrine delle farmacie di Capitanata, l’Associazione Provinciale della categoria affida altre preoccupazioni che investono anche la popolazione che potrebbe vedersi costretta a pagare per i farmaci. Questo sempre che il sistema creditizio non chiuda le porte ai farmacisti con il conseguente blocco nelle forniture dei medicinali da parte della distribuzione. Uno scenario che porterebbe alla chiusura di diverse Farmacie in tutta la provincia di Foggia e alla conseguente perdita di numerosi posti di lavoro.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright