The news is by your side.

Formazione professionale, parte la riorganizzazione della Provincia di Foggia per i corsi “autofinan

18

"Le attività formative cosiddette ‘autofinanziate’ rivestono un ruolo assolutamente centrale nelle dinamiche di incremento delle opportunità occupazionali sul territorio. È sulla base di questa convinzione che l’Amministrazione provinciale ha inteso operare una seria e rigorosa ridefinizione dell’attività di riconoscimento e di autorizzazione dei corsi di formazione organizzati in questo campo". Così Antonio Pepe, presidente della Provincia di Foggia, commenta le azioni messe in campo dall’assessorato alle Politiche del Lavoro in materia di corsi di formazione professionale ‘autofinanziati’.
Il numero complessivo delle attività corsuali interessa 21 Enti di formazione ed ha riguardato anche la verifica degli standard minimi relativi alle sedi di quegli Enti non accreditati dalla Regione Puglia. Sono stati autorizzati 34 corsi abilitanti, 20 di aggiornamento, mentre per 15 corsi di specializzazione e 58 di qualifica è stata completata la fase di istruttoria propedeutica all’autorizzazione.
"La Provincia di Foggia – spiega l’assessore alle Politiche del Lavoro, Leonardo Lallo – è intervenuta nella riorganizzazione di questa materia chiedendo agli Enti interessati di adeguare le sedi e le attività alle norme di sicurezza e ha invocato maggiore trasparenza nella definizione dei costi per gli allievi. Questi elementi faranno parte del patto formativo, un documento che sarà firmato dalla Provincia, dall’Ente di formazione e da ciascun allievo e destinato a garantire la qualità dell’azione formativa ed i relativi costi. In quest’ottica, prima di concedere le autorizzazioni richieste, l’Amministrazione provinciale ha operato un accurato controllo della documentazione relativa alle attività progettuali proposte dagli Enti di formazione operanti sul territorio. Sono stati oggetto di analisi sia le dichiarazioni richieste agli Enti relativamente alle strutture e alle attrezzature necessarie per lo svolgimento dei corsi sia i formulari dei progetti con i conseguenti allegati per il raggiungimento di un unico obiettivo finale: quello di tutelare gli utenti circa la qualità dell’offerta formativa dei corsi liberi".
Si conclude dunque quest’anno la fase sperimentale dei corsi ‘autofinanziati’, rispetto ai quali la struttura dell’assessorato provinciale alle Politiche del Lavoro ha riscontrato, come evidenzia Leonardo Lallo, "punti di forza da incentivare e punti di debolezza da superare". "La nostra volontà – sottolinea l’assessore provinciale – è quella di mettere gli Enti nella condizione di costruire assieme a noi un percorso virtuoso. Pur trattandosi di azioni ‘autofinanziate’, la Provincia di Foggia manterrà il massimo del rigore nella verifica del possesso dei requisiti necessari per l’esercizio delle attività di carattere formativo e la massima trasparenza per i costi che gli allievi e le loro famiglie dovranno sostenere per il conseguimento delle competenze necessarie e spendibili nel mercato del lavoro. Le novità che abbiamo in mente riguarderanno anche le procedure di presentazione delle domande. Dal prossimo anno, infatti, non saranno emanati bandi con scadenze rigide, con la conseguenza di produrre ritardi e lentezze. Le iniziative formative ‘autofinanziate’ che la Provincia intende avviare con la nuova programmazione – conclude Lallo – saranno realizzate a sportello per consentire a ciascun operatore di avviare in ogni momento percorsi qualificanti e abilitanti con il supporto tecnico-operativo della struttura, che in pochi mesi ha determinato significativi cambiamenti di rotta".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright