The news is by your side.

Rottura Pdl : chi resta con Silvio, chi segue Gianfranco

44

Dunque il dado è tratto. Gianfranco Fini è sfiduciato e fuori dal Pdl. Inaccettabile, per il Cavaliere, un partito nel partito ovvero un’opposizione interna.

 Intanto i finiani si contano e preparano le dimissioni dai gruppi parlamentari di Camera e Senato. I numeri ci sono, almeno quelli per formare gruppi autonomi (alla Camera un minimo di 20 parlamentari, almeno dieci al Senato). Il nome è pronto : Futuro e Libertà per l’Italia. I Deputati iscritti al nuovo gruppo – formalizzato questo pomeriggio – sono 33 e i Senatori dovrebbero essere una dozzina. La formazione dei gruppi autonomi è verosimilmente il preludio della scissione. E così nei prossimi tre anni assisteremo forse alla ricostituzione della Destra nazionale. Cosa succederà in Capitanata? Presto per dirlo. Di certo gli amici di Fini sono numerosi, ma non al punto da rompere d’emblèe. La pattuglia dei finiani doc è guidata da Salvatore Tatarella e dal figlio Fabrizio. Nell’elenco anche Emilio Gaeta e Mimmo Farina. Per il resto nessuno si sbottona, a cominciare dai consiglieri regionali Leo Di Gioia e Giandiego Gatta. Entrambi, almeno per ora, restano nel Pdl. In giro, comunque, c’è molta tattica. Nessuno scossone ai vertici di Palazzo Dogana : il presidente della provincia Antonio Pepe, non si è iscritto al nuovo gruppo parlamentare ed è rimasto nel PDL.

 

 

Leggere è il cibo della mente
Quest’estate regalati

LA GRANDE IMPLOSIONE
rapporto sui viestani 1970 – 2007
il libro di ninì delli Santi

…”nulla è impossibile a Vieste
dove nulla è possibile”…

———————————————————-

LA CITTA’ VISIBILE
L’odonomastica di Vieste
dall’era antica ad epoca contemporanea
di Matteo Siena

in edicola o librerie
prenotazioni e spedizioni
0884/704191
oppure info@ondaradio.info

———————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright