The news is by your side.

Pdl e Udc, scissionisti all’attacco

10

Dalla Capitanata, nonostante le voci girate nei giorni scorsi, il parlamentare Angelo Cera smentisce sostegni al Pdl: “Resto al mio posto –dice- e il mio voto sarà quello del partito”.  Intanto arriva la sua candidatura a sindaco di San Marco in Lamis per le amministrative 2011. A darne notizia il commissario cittadino, Bonifacio D’Amico. E mentre non si placa la crociata anti-Cera all’interno dell’Udc di Capitanata per la sua nomina a coordinatore provinciale, a fare i conti con le spaccature interne c’è anche il Pdl. In attesa della prima Convention regionale prevista a Bari per il 1° ottobre, Foggia ospita la sua prima riunione provinciale di Generazione Italia,il movimento strettamente legato a Gianfranco Fini. Circa  100 i partecipanti, fanno sapere gli organizzatori, rappresentativi di 25 Comuni della Capitanata. 12 i circoli già formati in un solo mese, dopo l’insediamento di Fabrizio Tatarella a responsabile provinciale dei finiani, mentre altri se ne annunciano prima dell’arrivo di Fini a Foggia il prossimo 22 ottobre. Si tratta soprattutto di ex militanti An, responsabile del circolo foggiano Roberto Iuliani. Più restii invece gli eletti, che restano saldamente ancorati al Pdl. Gli unici gruppi consiliari targati Futuro e Libertà al momento formatisi sono quello regionale, con Gianmarco Surico, (nessun cenno da Leo Di Gioia e Giandiego Gatta) e al comune di Lucera, con il consigliere Francesco Di Battista. Passa a Fli anche il consigliere provinciale  Emilio Gaeta, che dovrebbe essere seguito dall’assessore provinciale Mimmo Farina. Nessun cedimento invece del presidente Pepe, ex aennino di ferro, che resta però saldamente attaccato a Berlusconi.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright