The news is by your side.

LETTERA APERTA DEI GIOVANI UDC DELLA PROVINCIA DI FOGGIA

69

Dopo mesi di silenzio decidiamo con profondo rammarico di rompere gli indugi ed intervenire in questa momento particolare che sta attraversando il nostro partito in Capitanata.  La verità di fondo che sembra grottesca ma spaventosamente vera, è che noi non abbiamo capito ancora cosa stia succedendo! Noi riteniamo paradossale il livello dello scontro che si è toccato in queste settimane tra persone che si ritengono appartenere ad un partito di ispirazione cristiana… ad un partito che ha ancora nel suo simbolo una croce che dovrebbe ancora significare qualcosa nel 2010: ma qualcuno obiettivamente lo sta dimenticando…
Leggiamo e prendiamo notizia di manifestazioni che si terranno per dire di no a ricatti e soprusi dei quali ne ignoriamo sinceramente sia gli autori, sia le motivazioni, e sia le dinamiche.
Quello che crediamo di aver capito in questo momento è che ogni scontro in questo momento non fa altro che allontanare sempre di più la gente dalla politica, quella vera, quella pulita, quella come noi giovani che abbiamo ancora degli ideali e che ci sforziamo di difendere in barba a chi dovrebbe per logica farlo al posto nostro!
Un’altra cosa che abbiamo capito, anzi non abbiamo capito… è perché Foggia dovrebbe essere l’unica provincia pugliese dove si deve sovvertire uno statuto e un regolamento che riteniamo si accetti tacitamente nel momento in cui si aderisce a questo stesso partito, e che affida nel momento degli azzeramenti di tutti gli incarichi lo stesso partito alle massime rappresentanze del territorio…
Non abbiamo inoltre capito come mai si voglia destituire con la forza un coordinatore e non si provi a dimostrare le proprie ragioni democraticamente nelle elezioni congressuali che si terranno agli inizi del 2011 ?!
Non abbiamo capito ancora (ma forse temiamo di iniziare a capire…) come mai all’indomani della nomina del nostro coordinatore giovanile Giuseppe Tricarico a vice coordinatore provinciale si parta “all’Attacco”!
Domanda: qualcuno non dovrebbe essere contento che in linea con quanto detto da Casini a Todi e Chianciano, ci sia finalmente qualcuno che prova “con i fatti” a dare spazio ai giovani?
L’ultima cosa che non abbiamo capito – parafrasando un tormentone ben più noto – è che “c’azzecca” Giannicola de Leonardis con tutto questo? Crediamo nulla! E ne siamo certi perché sappiamo che Giannicola è una persona per bene e non potrebbe essere diversamente visto anche quanto ha fatto suo papà per la nostra terra!
Chiediamo quindi a Giannicola di ritirare la propria autosospensione dal partito, di accettare la nomina a presidente e di aiutare Angelo Cera nel far crescere ancora di più questo partito.
Se è il caso si può ricominciare da capo nelle nomine, nella gestione, in tutto purché siate uniti!
Ve lo chiedono migliaia di elettori che prima di tutto hanno messo la croce su un simbolo che anche a noi giovani fa venire ancora la pelle d’oca!
Per questi motivi vorremmo farci fautori di un vostro incontro in un qualsiasi posto con noi giovani e fare insieme una analisi della situazione.
Vogliamo sederci ad un tavolo con Angelo Cera e Giannicola de Leonardis, il “NOSTRO” coordinatore e il “NOSTRO” presidente!
 
 
Giuseppe Tricarico – Vice Coordinatore UDC Capitanata
Sergio Izzi – Vice Coordinatore giovani UDC Capitanata – Presidente della commissione regionale per la Tutela Ambientale, Ecologia e Trasporti dei Giovani Udc di Puglia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright