The news is by your side.

Vieste – “RIDATE IL PARCHEGGIO AI NOSTRI EMIGRATI”

8

Riceviamo e pubblichiamo

Le lamentele degli emigrati viestani, in soggiorno a Vieste, per l’affronto ingiustamente subito a causa della non convalida dell’autorizzazione a parcheggiare nelle aree riservate ai residenti sono all’ordine del giorno.

Questi nostri cittadini senza residenza sono anche i figli e i nipoti di quegli emigranti che a migliaia lasciarono il proprio paese per frequentare i meandri bui di qualche miniera o le atmosfere grigie di qualche fabbrica del nord. Rimasti all’estero o nel nord Italia per vivere e lavorare, hanno investito il frutto di una vita di sacrifici comprando una casa a Vieste, pagando regolarmente ICI e Tarsu, tornando a casa anche più volte l’anno.

Sentono forte l’offesa perché sono figli e nipoti dei tanti "eroi per caso" che, in un’Italia distrutta dalla guerra, hanno deciso a malincuore di sacrificarsi per conquistare un difficile riscatto sociale.

Sentono viva l’offesa, soprattutto quando provenienti dall’estero, perché l’Italia li ha spesso dimenticati, non tenendo in conto anche il sacrificio estremo a cui spesso le loro povere vite sono state destinate: in fondo al cunicolo di una miniera, caduti da un’impalcatura, vittime dei lavori più pesanti e pericolosi; sempre nella mente e nel cuore i ricordi del paese natio.

Gli eredi di questi dimenticati "eroi per scelta", essi stessi emigrati in condizioni notevolmente migliorate, sono oggi istruiti e emancipati: non accettano soprusi e ingiustizie, abituati a lottare e a rivendicare i loro diritti pretendono nella loro Vieste il rispetto che è loro dovuto e che hanno saputo conquistare all’estero e al Nord.

Costituiscono oggi un inestimabile patrimonio di memoria storica collettiva e la testimonianza vivente della cultura e della civiltà italiana in Italia e nel mondo.

Una testimonianza che non va svilita e umiliata, ma che va proposta alle nuove generazioni, affinché siano compresi e custoditi i grandi valori e gli alti ideali del nostro recente passato. Valori e ideali che hanno permesso il raggiungimento dell’odierna condizione di democrazia e di libertà e che possono ancora oggi indicare il giusto percorso per la conquista di onorevoli traguardi nel prossimo futuro.

Vieste, 22 agosto 2011

Michele Eugenio Di Carlo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright