The news is by your side.

Ondaradio – Sindaco della “Citta’ Gargano”, tripletta di Carmine D’Anelli

6

 

Per il terzo anno consecutivo il sindaco di Rodi Garganico si conferma primo cittadino del Gargano  
E’ giunto alla quarta edizione il sondaggio/provacazione che si concretizza nella nostra linea editoriale: il sogno di una “Città Gargano”. La redazione giornalistica di OndaRadio, ispirandosi a Filippo Fiorentino che sosteneva che “il Gargano in fondo è una città dove i nostri paesi non sono altro che i suoi quartieri”, ha indetto anche quest’anno un sondaggio/inchiesta fra i cittadini del Gargano per indicare la figura di sindaco del Promontorio che meglio si addice a rappresentare il Promontorio nella sua varietà di comunità e che nel suo operare amministrativo appare più efficace nella risoluzione delle varie criticità.

Ad un ampio panel di cittadini garganici è stato chiesto di indicare quale fra i sindaci dei Comuni del Gargano Nord (ovvero Vieste, Peschici, Rodi, Vico, Ischitella, Carpino, Cagnano, Sannicandro, Isole Tremiti, Manfredonia, Rignano, Mattinata, Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo, Apricena, Lesina, San Marco in Lamis) fosse stato percepito nel corso del 2011 come quello che meglio avesse rappresentato/operato  per una (per ora) virtuale/ideale “Città Gargano”.
Questa sorta di sondaggio/inchiesta (se non anche proposta/provocazione), è partito lo scorso 2 novembre per chiudersi il 22 dicembre. Come nelle precedenti edizioni, l’indagine si è svolta sul sito web di Ondaradio, oltre ad essere arricchito e completato da circa 1.000 contatti telefonici con i cittadini dei vari “quartieri” della Città Gargano.

Come per lo scorso anno la domanda proposta telefonicamente agli interpellati era riferita all’indicazione diretta del sindaco prescelto:
“Tra i sindaci di Vieste, Peschici, Rodi, Vico, Ischitella, Carpino, Cagnano, Sannicandro, Isole Tremiti, Manfredonia, Rignano, Mattinata, Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo, Apricena, Lesina, San Marco in Lamis chi vedrebbe come sindaco di una “Città Gargano” di cui tutti i Comuni ne sono i  quartieri?”

Al termine della rilevazione, sommando i dati raccolti via telefono e via web, questi i risultati definitivi:

1) Carmine D’Anelli        32,7 %
    (Rodi) 

2) Luigi Damiani            17,4 %
    (Vico)

3) Rocco Manzo             10,3 %  
    (Carpino)

4) Andrea Ciliberti           9,6 %
    (Monte Sant’Angelo)

5) Lucio Roberto Prencipe 6,4 %
    (Mattinata)

6) Ersilia Nobile               3,5 %
    (Ischitella)

7) Pietro Colecchia           3,4%
    (Ischitella)

8) Domenico Vecera         2,9%
     (Peschici)

9) Angelo Cera                2,6%
    (San Marco in Lamis)

10) Vincenzo Monte          2,3%
      (San Nicandro G.)

11) Nicola Tavaglione        2,2%
    (Cagnano)

12) Angelo Riccardi           1,9%   
    (Manfredonia)

13) Luigi Pompilio            1,8%
     (San Giovanni Rotondo)

14) Antonio Gisolfi            1,6%
      (Rignano G.)

15) Vito Antonio Zuccarino 1,4%
      (Apricena)

Ancora una volta, per la terza consecutiva, Carmine D’Anelli da Rodi Garganico viene proiettato a Sindaco del Gargano, a conferma di un trend che però è giunto al termine: il prossimo anno non potrà ripresentarsi candidato alle Comunali dopo due mandati consecutivi da sindaco.
Stesso discorso per il secondo classificato, Luigi Damiani, primo cittadino di Vico del Gargano: l’anno prossimo non sarà in lizza per la riconferma perchè, come annunciato ai microfoni di Ondaradio, ha deciso di non ricandidarsi. Dal prossimo anno quindi D’Anelli e Damiani non saranno più della partita.
D’Anelli è stato indicato in quasi tutti i Comuni, risultando il preferito anche nei contatti telefonici.
La sopresa è costituita dal terzo posto di Rocco Manzo, sindaco di Carpino, che pur non raccogliendo molti consensi telefonici è riuscito a tenere la posizioni grazie ai voti sul web.
Fra le curiosità c’è da segnalare il notevole riscontro che ha avuto sul territorio il sindaco di Monte Sant’Angelo, Andrea Ciliberti, probabilmente a seguito del riconoscimento della città di San Michele come patrimonio dell’Unesco.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright