The news is by your side.

Un aiuto per la propria anima? pretionline.it, un sito cui aderiscono numerosi sacerdoti pu­gliesi

20

Con un clic on line i loro consigli.

 

Può esserci l’urgenza di parlare con un sacerdote, ma l’impossibilità di ra­ggiungerlo, anche in un paese, o in una città non grandissima come Foggia. In molte parrocchie il telefono squilla a vuoto e comunicare argomenti profondi, o problemi personali, come quelli che sì intende affrontare nel dialogo con un sacerdote, Può essere difficile via te­lefono. Ecco allora pretionline.it, un sito cui aderiscono numerosi sacerdoti pu­gliesi, fra i quali ve ne sono quattro,in servizio in parrocchie e chiese di Foggia e della provincia. «Il servizio -spiegano l’gestori del sito – ha -due obiettivi: dare a chiunque la possibilità di mettersi a contatto con un prete; favorire il contatto e lo scambio tra tutti i preti collegati alla rete». L’esperto di Sacra Scrittura, di Teologia dogmatica, oppure il sacerdote che si occupa di Scouts, «perché non dia­logare ed aiutarsi nello svolgimento del nostro ministero?», domandano dal sito. E perchè non cercare on line quei fedeli che fanno fatica a recarsi in chiesa? Ecco allora, fra i 53 sacerdoti che si sono registrati sul sito in Puglia, il gio­vane don Francesco (è del 1976 e ha preso i voti’ nel 2007), parroco di prima nomina a Castelnuovo della Daunia «Sono felice di essere prete – scrive don Francesco – e desidero confrontarmi con altri giovani sacerdoti e comunicare esperienze e idee pastorali..». L’orionino don Giovanni di Foggia esprime il desiderio di «essere utile soprattutto a quanti si sono al­lontanati dalla fede .. ». Ci sono anche don Ernesto da Bovino e don Giovanni da Foggia: ciascuno si presenta brevemente ed illustra la propria disponibilità, le proprie competenze. Ciascun sacerdote presente sul sito è disponibile a ricevere delle mail: si assicura la risposta a tutte le e-mail ma ciascun sacerdote indica il proprio tempo": tre, sette, quindici gior­ni. Bisogna però guardare il colore del semaforo accanto a ciascun nome. Il prelato può essere momentaneamente impegnato, così il semaforo verde indica, com’è ovvio il sacerdote pronto a ri­spondere, quello giallo mette il fedele in attesa di un sacerdote al momento preso da altri impegni, il rosso indica che non c’è disponibilità a rispondere, almeno in questo momento.  


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright