The news is by your side.

Alla BIT solo il Consorzio Gargano Mare

9

Ridotta al minimo la presenza nostrana alla Borsa Internazionale di Milano. La Regione parte dai buoni successi sui mercati esteri.

 

 Un solo operatore turistico presente dell’intero territorio garganico e di Capitanata, il Consorzio Gargano Mare di Vieste. E’ con questa presenza, davvero ridotta a minimo, che l’offerta turi­stica nostrana si presenterà alla prossima Bit di Milano la Borsa Internazionale de Turismo.
Un dato non incoraggiante per la Montagna del Sole, che contrasta con l’agguer­rita presenza di, operatori salentini e del resto del ter­ritorio pugliese. La Puglia vola alla Bit2015 con alcuni successi consolidati sui mercati esteri grazie al for­te impegno nella promo­zione internazionale del brand Puglia, attraverso un folto programma di inizia­tive, di cui molte in co- marketing con importanti brand internazionali, ed una strategia sempre più integrata fra business to business e business to con­sumer. Se n’è discusso a Bari nella conferenza stam­pa tenuta dall’assessore al turismo, Cultura e Mediter­raneo, Silvia Godelli, e dal­l’assessore alle Risorse Agroalimentari, Fabrizio, Nardoni, presente anche il direttore generale di Pu­gliapromozione Giancarlo Piccirillo. E’ stata l’occasione per pre­sentare anche il bilancio delle attività di Pugliapro­mozione nei quattro anni di lavoro, a conclusione del processo di dismissione delle APT. La crisi si è sentita soprat­tutto sul mercato italiano" ma i flussi stranieri mostrano un segno più che positivo (+7% gli arrivi), soprat­tutto in comparazione con i risultati stazionari a livello nazionale; ed è sui mercati esteri che la Regione Puglia e Pugliapromozione hanno concentrato il massimo sforzo, forti del momento piuttosto favorevole per la notorietà conquistata dalla Puglia.
"Anche quest’anno presen­tiamo alla Bit, appunta­mento tradizionale di con­fronto sullo stato di salute del turismo italiano, una Puglia col vento in poppa sotto il profilo dell’inco­ming turistico e della diffu­sione e conoscenza del no­stro brand"; ha affermato Godelli. "A poco più di tre anni dalla costituzione del­la Agenzia regionale Pu­gliapromozione i risultati conseguiti e le ulteriori prospettive di sviluppo, soprattutto per quanto ri­guarda il turismo interna­zionale, sono davvero entusiasmanti e premiano un metodo di lavoro profon­damente innovativo e ca­pace, anche attraverso i partenariati con gli operatori e con i territori, di pe­netrare in profondità il mercato turistico. Abbiamo sfruttato fino in fondo i finanziamenti europei del­la programmazione 2007/13 e ora, nell’attesa dei nuovi fondi e con l’auspicio che non tardino giungere, siamo pronti a correre verso nuove lusin­ghiere mete e in direzione di una economia turistica ancora più florida". Il primo bilancio triennale dell’Agenzia Pugliapromo­zione, che ha sostituito la precedente gestione delle Apt partire dal mese di settembre del 2010 si carat­terizza proprio per la capa­cità di spesa in Fondi Europei che rispetto alla prece­dente gestione delle Apt, è cresciuta in modo esponenziale mentre è diminui­to il peso sul bilancio regio­nale. I numeri parlano da soli: la capacità di spesa in fondi europei è passata dai 1,5 mln di euro del 2010 ai 14,6 mln di euro de1 2014; si tratta complessivamente di 24,3 mln di euro all’incirca, il 72% delle risorse com­plessivamente assegnate a Pugliapromozione. Il tra­sferimento regionale, inve­ce, è passato da 5,3 mln di euro dell’ anno 2010 in capo alle liquidate Aziende di Promozione Turistica, ai 3,8 mln di euro per il 2013- 2014 a seguito anche del ta­glio operato per effetto della Spending Review. Molte sono alla Bit le inizia­tive che culmineranno la mattina del 13 febbraio nel convegno organizzato da Pugliapromozione su "Tra­vel Trends Forecasting l’Italia e la Puglia in un mondo che viaggia", e mol­te le iniziative in collabora­zione con l’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, che cura la promozione dei prodotti e degli itinerari enogastronomici di eccel­lenza. Due sostanzialmente i fronti sui quali Pugliapro­mozione ha lavorato: da un lato una massiccia ed ine­dita promozione della Pu­glia sui mercati esteri, spe­rimentando nuovi strumenti come i RoadshowWeare in Puglia e consoli­dandone altri come la se­conda edizione del Buy Pu­glia; dall’altro lato il miglio­ramento dell’offerta e dei prodotti turistici della Pu­glia con iniziative come la terza edizione di Puglia Open Days, che ha aumen­tato i visitatori raggiungen­do i 200 mila turisti, Disco­vering Salento, lo sviluppo di una moderna ed estesa rete di uffici informazione e di accoglienza turistica, la creazione del club di pro­dotto per il segmento Mice.

Lucia Piemontese
L’attacco


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright