The news is by your side.

Manfredonia/ Il telefonino diventa un osservatorio sul mare

12

Il telefonino come osservatorio del mare. Con un clic del proprio smartphone si pos­sono captare tutte le informazioni riguardanti l’avvistamento in mare di delfini, o di tartarughe, o uno di squali, ma anche di aree inquinate e di qualunque altra cosa possa essere interessante per chi ama il mare i suoi abitanti. In una schermata sono contenuti tutti i riferimenti neces­sari a definire un avvistamento: da­ta, ora, latitudine, longitudine, tem­peratura, foto, descrizione. L’inno­vativo sistema di rilevazione con­densato in una app, si chiama «sguardo sulla superficie» ed è una creazione di Nicola Zizzo, docente al dipar­timento di medicina veterinaria dell’università degli studi di Bari, del cetologo Vincenzo Prunella, e del programmatore Informatico Daniele Cardone. L’app e le sue applicazioni sono state illustrate a Manfredonia, nel corso di un in­contro promosso dal Centro Cultura del Mare, e dalla locale sezione della Lega Navale Italiana.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright